Pronto Cassa – Liquidità immediata di 10.000€

Pronto Cassa – Liquidità immediata di 10.000€

Liquidità immediata di 10.000 € di finanziamento a tasso zero e 5 anni per la restituzione, a partire da un anno dopo l’erogazione. L’Attivazione di questa sezione sostiene le imprese fino a 9 dipendenti e le partite IVA danneggiate dall’emergenza COVID-19. · Le domande a partire dalle ore 10 del 10 aprile.

Per tutte le richieste di informazioni e inserimento pratica puoi contattare lo studio.

 

Art.1 Destinatari dei finanziamenti

Finanziamenti per la liquidità delle PMI” del Fondo Rotativo Piccolo Credito sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI), inclusi i iberi professionisti, i consorzi e le reti di impresa, la cui attività imprenditoriale è stata danneggiata dall’emergenza COVID -19 la cui attività imprenditoriale è stata danneggiata dall’emergenza COVID -19. Precisamente:

  • Imprese fino a 9 dipendenti
  • sede operativa nel Lazio
  • costituite entro l’8 marzo 2020
  • operanti in tutti i settori, ad esclusione di quelli considerati “non etici” e fuori campo di applicazione del Regolamento UE 1407/2013 “de minimis”.
  • esposizione complessiva verso il sistema bancario non superiore a 100 mila euro e che presentino i dati ufficiali relativi all’esercizio 2019 o, in mancanza, la situazione contabile al 31 dicembre 2019 sottoscritta dal legale rappresentante, nonché quelle costituite fra il primo gennaio e l’8 marzo 2020.

Art.2 Verifica dei requisiti

Il possesso dei seguenti requisiti è attestato da dichiarazione autocertificata ai sensi dell’articolo 47 del DPR 445/2000 rilasciata al momento della domanda di finanziamento:

  • aver subito danni a causa dell’emergenza COVID-19, per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività,
  • avere un fabbisogno di liquidità pari ad almeno Euro 10.000,00 in conseguenza dei danni subiti,

In sede di domanda è attestata, mediante dichiarazione autocertificata ai sensi del DPR 445/2000, l’assenza di cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’articolo 67 del d.lgs.159/2011 e successive modificazioni (Codice Antimafia) nei confronti dei soggetti previsti, in relazione alla tipologia dell’impresa richiedente, all’articolo 85 del medesimo decreto.

La verifica del possesso dei seguenti requisiti

  • non aver subito nell’ultimo anno la revoca per inadempimento di finanziamenti e/o affidamenti,
  • assenza di sofferenze e/o di sconfinamenti in Centrale rischi.
  • non essere oggetto di protesti e/o di iscrizioni e/o trascrizioni pregiudizievoli, con esclusione di quelle volontariamente concesse, è effettuata, mediante dichiarazione autocertificata ai sensi dell’articolo 47 del DPR 445/2000, con riferimento al periodo antecedente l’emergenza COVID-19 e quindi al 31 dicembre 2019.
  • La regolarità contributiva è verificata con le modalità semplificate individuate dagli Enti preposti,
  • Il merito di credito della MPMI (capacità di rimborsare il finanziamento) è verificato con riferimento ai dati di bilancio o della situazione contabile riferita al 31 dicembre 2019, ove disponibile.
  • Troveranno applicazione le ulteriori opzioni di semplificazione eventualmente disposte mediante provvedimenti nazionali miranti ad introdurre semplificazioni procedurali e agevolazioni operative, anche in relazione all’emergenza COVID 19.

Art.3 Caratteristiche del finanziamento

I finanziamenti erogati a valere sulla Sezione V “Emergenza COVID-19 – Finanziamenti per la liquidità delle MPMI” hanno le caratteristiche di seguito indicate:

  • finalità: copertura delle esigenze di liquidità connesse all’emergenza Covid-19
  • importo: 10 mila Euro
  • durata: da 1 a 5 anni
  • preammortamento: 12 mesi (solo per finanziamenti con durata di almeno 24 mesi)
  • Tasso di interesse: zero
  • Rimborso rata: mensile costante posticipata
  • Nessuna spesa da rendicontare

Art.4 (Modalità attuative)

  • Le modalità di accesso ai finanziamenti a valere sulla Sezione “Emergenza COVID-19 – Finanziamenti per la liquidità delle PMI” sono disciplinate da un Avviso pubblico che sarà predisposto, nel più breve tempo possibile, dal RTI gestore del Fondo Rotativo per il Piccolo Credito, di concerto con Lazio Innova S.p.A., in conformità con quanto previsto nei presenti Indirizzi e Criteri e nella Deliberazione della Giunta regionale che li approva.
  • La procedura è a sportello telematico e le risorse saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.
  • L’avviso pubblico richiama, in quanto compatibile con le caratteristiche della Sezione V, la disciplina contenuta nell’avviso pubblico che regola l’operatività delle altre Sezioni del Fondo Rotativo Piccolo Credito.

Lascia un commento